Al via il "rush finale" nel girone meridionale della Lega Pro

La Curva Sud del Benevento
La Curva Sud del Benevento
- 36476 letture

Il girone C della Lega Pro è giunto alla 28a giornata e, con sei ancora da disputare, si preannuncia quantomai incerto ed affascinante. La prima posizione è ancora in bilico con il Benevento e il Lecce in pole position e la lotta per la partecipazione ai play-off che vede coinvolte almeno 5 squadre per 2-3 posti. Nei bassifondi della classifica, ormai spacciata la Lupa Castelli Romani, si registra una situazione alquanto incerta, con 7 squadre in lotta per evitare i 4 posti play-out. Ecco nel dettaglio il quadro della situazione:

Benevento 56: prima in classifica con una sola lunghezza di vantaggio da gestire sulla diretta inseguitrice ma col vantaggio di giocare lo scontro diretto in casa con il Lecce il 1 Maggio.

Lecce 55: la "cura" Braglia ha rivitalizzato l'ambiente riuscendo ad ottenere una serie importante di 18 risultati utili consecutivi che alimentano concretamente le speranze di una promozione diretta.

Foggia 50: partita con i favori dei pronostici, ha dilapidato nel girone di ritorno con diversi pareggi interni la possibilità di poter essere al vertice della classifica.

Casertana 50: l'esonero di mister Romaniello e l’avvicendamento con il suo vice Tedesco sembra aver dato la giusta scossa ad un ambiente depresso dopo il tennistico 6-0 patito nel derby campano con la capolista. 

Cosenza 48: nonostante la sconfitta interna col Lecce, la squadra calabrese è in piena lotta per raggiungere la zona play off distante solo due lunghezze.

Matera 45: squadra in buono stato di salute alla ricerca di una clamorosa rimonta che possa alimentare le speranze del piazzamento play off.

Messina 40: ripescata ad inizio campionato e con la salvezza virtualmente raggiunta al culmine di una più che positiva stagione.

Fidelis Andria 38: difesa meno perforata in Italia con l'obiettivo salvezza ad un passo e il piazzamento Tim Cup da consolidare.

Paganese 37: Campionato di media classifica senza patemi d’animo.

Akragas 35: Se non ci fosse stato il pesante fardello della penalizzazione sarebbe già virtualmente salvo.

Juve Stabia 32: campionato non all'altezza delle aspettative con un limitato margine di sicurezza sulle inseguitrici che non lascia tranquilli.

Catanzaro 30: Nelle ultime sei giornate è attesa da diversi scontri diretti con squadre impegnate nella lotta per non retrocedere.

Catania 29: Campionato fortemente condizionato dalla partenza ad handicap ma da una squadra di siffatto blasone ci si aspettava un finale di stagione più tranquillo.

Monopoli 29- Immischiata nella bagarre salvezza per evitare la griglia play out con la quota salvezza distante solo un punto.

Melfi 24: Le chances di centrare una salvezza diretta sono flebili.

Ischia 21 Gli isolani sembrano ormai destinati a giocarsi le carte per evitare la retrocessione nei play-out

Martina Franca 21: Speranze di evitare i play out praticamente ridotte al lumicino.

Lupa Castelli Romani 8: La compagine laziale da mesi stazionata all'ultimo posto in classifica, nella prossima giornata potrebbe essere matematicamente condannata alla retrocessione alla serie D.

 

Mariano Ventrella