R.Marletta:"Pressioni a Catania? Normalità!Noi ancora in corsa"

Renato Marletta
Renato Marletta

Com'é oramai consuetudine di IamCalcio-Catania, alla vigilia di Monopoli-Catania, viene riproposta la rubrica calcistica dedicata al calcio etneo professionistico, e non solo, ad opera del pensiero di Renato Marlatta, ex presidente AIAC Catania, ex allenatore e dirigente di molte società siciliane, nonché etnee.

Come valuti le dichiarazioni del post partita di mister Cristiano Lucarelli?

Probabilmente a caldo si dicono delle cose fuori luogo. A mio parere un allenatore deve assumersi le proprie responsabilità, proprio perché è preposto a fare delle scelte, giuste o sbagliate che siano.

Fa bene Lo Monaco a dire che Lucarelli deve pensare solo ad allenare?

In effetti, certe esternazione del Tecnico livornese hanno coinvolto società e pubblico.  Parlare di pressioni per chi viene ad allenare a Catania, credo sia fuori luogo. L'allenatore allena i calciatori che la società gli mette a disposizione, se non è contento deve confrontarsi, altrimenti si dimetta.

Dopo il pareggio casalingo contro il Cosenza, pensi che la rincorsa etnea alla promozione diretta in B si sia pregiudicata irrimediabilmente?

Ritengo che sino a quando la matematica ci mette in corsa, abbiamo il dovere di dare sempre di più ed ottenere sempre il massimo.  Se alla fine il Lecce sarà stato più bravo, pazienza, ci concentreremo nei play-off.

Antonio Rapisarda