Acireale, Pagana indica la via: "Guardiamo avanti, vietato snaturarsi" - I AM CALCIO CATANIA

Acireale, Pagana indica la via: "Guardiamo avanti, vietato snaturarsi"

Giuseppe Pagana
Giuseppe Pagana
CataniaSerie D Girone I

E’ un Acireale decisamente sereno e sempre più conscio dei propri mezzi quello che si prepara a ricevere tra le mura amiche il neo promosso San Tommaso, squadra tra l’altro in cui milita l’ex baluardo difensivo granata Raffaele Gambuzza, autore lo scorso anno di una più che positiva stagione. A fare il punto sull’incontro di domani e non solo, al termine della rifinitura, il tecnico Giuseppe Pagana, nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia: “Come affronteremo la prossima gara? A prescindere dall’avversario, noi scendiamo sempre in campo per imporre il nostro gioco e domani non sarà diverso. Ci saranno sicuramente delle difficoltà come in ogni partita ma questa è la mentalità che ho inculcato ai miei giocatori e sono soddisfatto perle risposte fin qui avute. L’infortunio di Tuninetti? Rodrigo è senz’altro una pedina fondamentale dello scacchiere, un regista vecchio stampo con caratteristiche quasi uniche in squadra ma posso contare su altri venti calciatori altrettanto validi nonché disposti ad ogni sacrificio, anche tattico; è il primo infortunio della stagione ma lo riavremo di nuovo a disposizione tra poche settimane”. Una breve analisi, poi, sullo stato atletico della squadra, alla luce del folgorante inizio di stagione: “Ci manca davvero poco per raggiungere la condizione ottimale ma stiamo rispettando la tabella di marcia a dimostrazione del buon lavoro svolto in ritiro e settimanalmente, non era scontato considerando che molti elementi provenivano da una stagione con 4-5 mesi di inattività”.

Uno sguardo indietro, infine, al match di domenica scorso contro il Marsala: “A Marsala la nostra miglior partita? Non lo so ma la prestazione fornita è stata ottima e assume ancor più valore in virtù della notizia appresa pochi giorni prima con cui l ’organo di giustizia sportiva cancellava la bella vittoria di Messina; una reazione da squadra matura e di questo c’è da essere fieri. La svolta tecnico-tattica con il 4-2-3-1? Non si tratta di prediligere un modulo piuttosto che un altro ma di valorizzare il potenziale dei giocatori che lavorano bene durante la settimana nel rispetto degli equilibri in campo. Era doveroso a Marsala premiare Arena dal primo minuto, un ragazzo giovanissimo ma già pronto mentalmente e che con il suo talento può aiutarci a vincere le partite e così in effetti è stato . Un giocatore del genere in questa fase difficilmente puoi lasciarlo fuori”.

Diramata a conclusione della conferenza la lista dei convocati: tutti a disposizione tra gli acesi, fatta eccezione, oltre al già detto Tuninetti (alle prese con una distorsione al ginocchio), dei fratelli Souza, bloccati ancora da problematiche di natura burocratica. Cresce intanto l’attesa tra i tifosi pronti a gremire un "Tupparello" che di domenica in domenica appare sempre di più riappropriarsi della magica atmosfera degli anni d’oro.

Articolo a cura di Antonino Leonardi

La Redazione

Leggi altre notizie:ACIREALE Serie D Girone I