Catania, Mazzarani: "I tifosi hanno toccato le corde giuste" - I AM CALCIO CATANIA

Catania, Mazzarani: "I tifosi hanno toccato le corde giuste"

CataniaSerie C Girone C

In questo inizio di stagione non proprio esaltante, un giocatore del Catania si sta mettendo in evidenza con gol e prestazioni. Stiamo parlando di Andrea Mazzarani. L'attaccante classe 1989, è intervenuto quest'oggi in conferenza stampa; ecco quanto dichiarato: "Differenze con la squadra di Lucarelli? Di approccio nessuna, però con Lucarelli avevamo un modulo diverso e pensiero di gioco differente. Badavamo a non prendere gol eravamo più compatti, con il mister Camplone siamo votati all'attacco. Sicuramente possiamo far meglio, ma non a livello d'approccio. Alcuni singoli devono essere più concentrati e preparati, mettendo un po' di cattiveria in più. Dobbiamo curare meglio la fase difensiva a livello di squadra. Io non parlerei di mentalità, non penso che uno va in campo con la testa di perdere. Bisogna essere più spavaldi e sfacciati, abbiamo le qualità per farlo. In trasferta facciamo più il compitino e non siamo questi. Quello che ci sta mancando è il movimento senza palla".

RUOLO - "Nella mia carriera ho fatto il trequartista e attaccante esterno e la mezzala qualche l'ho fatta con Rigoli e poi con Lucarelli per tutto l'anno. Adesso sono tornato nel mio ruolo iniziale, ho meno compiti difensivi rispetto a prima, ma mi trovo a mio agio".

SPOGLIATOIO - "Di riunioni ne abbiamo fatto tante in questo inizio di stagione. Dopo la sconfitta di Potenza ci sono stati dei problemi, anche nello spogliatoio. E' una situazione che ci ha destabilizzati, sono stati messi fuori rosa Biagianti, Bucolo e Marchese e soprattutto per i nuovi è stato difficile. Infatti mentalmente loro non erano più liberi come le prime partite. In ambiente più sereno magari le cose sarebbero state più semplici. Noi grandi dobbiamo dare l'esempio ai giovani ma loro devono dare quel qualcosa in più. Gli infortuni poi hanno contribuito a questa situazione, vorrei vedere questa squadra con tutti gli effettivi".

MENTALITA' - "Noi siamo il Catania, andare a Monopoli e perdere non ci sta. Si deve capire nello spogliatoio che si va lì a fare la partita. Noi siamo una grande squadre e non possiamo farci mettere sotto da squadre come Potenza e Monopoli e inoltre non abbiamo niente di meno rispetto alla Ternana. Secondo me questo aspetto si sta iniziando a capire".

BIAGIANTI E BUCOLO - "Penso di parlare a nome di tutta la squadra, vogliamo che la situazione si risolva. E’ chiaro che come gruppo, noi con la società ci abbiamo già parlato per provare a ricucire il rapporto".

TIFOSI - "Secondo me hanno toccato le corde giuste, hanno detto che noi dobbiamo sudare e indossare con fierezza questa maglia. Non ci hanno chiesto il bel gioco, ma di metterci l'anima. Rappresentiamo una città e una tifoseria che non fanno parte di questa categoria. I ragazzi l'hanno capito e sono sicuro che da domenica si vedrà un Catania migliore rispetto a quello visto in trasferta".

Antonino Lo Re

Leggi altre notizie:CATANIA Serie C Girone C
Andrea Mazzarani
Andrea Mazzarani