Catania, scadenze&cessione: marzo mese chiave per il futuro - I AM CALCIO CATANIA

Catania, scadenze&cessione: marzo mese chiave per il futuro

Catania
Catania
CataniaSerie C

Il Catania ritrova l'affetto dei suoi tifosi, ma deve migliorare l'aspetto offensivo: l'attacco ha palesato limiti evidenti nelle ultime gare. Vero è che non si beccano reti, ma si è segnato solo un gol. Troppo poco. Lucarelli spera che Beleck e Curcio possano aiutarlo a risolvere le carenze in zona gol. Il tecnico, come ribadito ieri a Corner, si reputa soddisfatto della svolta mentale della squadra, adesso, però, serve segnare anche se l'orizzonte sembra più lungo: la stagione regolare termina a fine aprile, poi maggio e giugno ci saranno gli spareggi (tra il Catania e la B ci sarebbero ben 10 gare!).

FUTURO - Le domande che si pongono tutti, però, sono sempre le stesse. Pulvirenti resterà in sella al club di Via Magenta o passerà la mano? Sarà aiutato da qualche sponsor importante (Lotito?) o cederà al Comitato formato da Pagliara e Pellegrino (che dovrà dimostrare, comunque, cifre e spessore organizzativo)? E poi: l'attuale amministratore delegato Giuseppe Di Natale è un traghettatore o una figura su cui impostare il futuro?

In tal senso, come segnala La Sicilia, il mese di marzo sarà importante: si dovranno onorare altre scadenze imposte dagli organi federali e la trattativa con la cordata dovrebbe continuare e transitare ad un nuovo stadio. Attenzione, però, all'inchiesta della Procura di Catania che continua dopo il blitz di giovedì scorso (indagati Pulvirenti, Franco e Caruso, membri del CdA rossazzurro). Gli inquirenti stanno lavorando sulla documentazione acquisita che riguarda anche il club etneo. Sviluppi potrebbero esserci nelle prossime settimane.

Andrea Carlino

Leggi altre notizie:CATANIA Serie C