Catania, Lucarelli: "Sappiamo soffrire ora. Prova d'amore dei tifosi" - I AM CALCIO CATANIA

Catania, Lucarelli: "Sappiamo soffrire ora. Prova d'amore dei tifosi"

Cristiano Lucarelli
Cristiano Lucarelli
CataniaSerie C Girone C

Cristiano Lucarelli, tecnico del Catania, ha parlato al termine del match vinto dai rossazzurri in trasferta contro il Picerno; ecco quanto dichiarato: "Quattro partite sono un buon riscontro ma è ancora presto per dare un giudizio definitivo. La squadra ha capito come affrontare questo girone. Abbiamo affrontato squadre toste. Voglio fare i complimenti al Picerno, la prestazione di oggi ci fa ben sperare e giro i complimenti alla squadra. Ci siamo messi 3-4-3 appena abbiamo preso gol e così siamo riusciti a contrastare la loro manovra. Abbiamo tolto loro certezze e ribaltato la gara. Il Picerno è una squadra che ti tiene sotto pressione. Un applauso ai ragazzi che hanno sofferto, ma ci aspettavamo tutto questo. Abbiamo dato continuità di risultati e una bella risposta. Il calcio è bello anche perché con Reggina e Ternana meritavamo di più e oggi che abbiamo sofferto abbiamo portato a casa la vittoria. Vedevo l'attenzione dei ragazzi e la voglia di vincere, poi però abbiamo solo gestito con dei raddoppi e queste sono risposte importanti. Però due-tre situazioni potevamo gestirle meglio, e l'ultimo quarto d'ora è stato monotematico. Questa voglia di soffrire è propedeutica a questo campionato. Qui tutte le partite sono tirate e il Picerno ha messo in difficoltà tutti. Questo risultato assume un aspetto importante. Stiamo portando ogni domenica sempre più gente e questo va riconosciuto ai ragazzi. Una prova d'amore quella dei tifosi presenti oggi, penso che questo sia possibile solo a Catania. Al mio arrivo non promisi risultati, ma la costruzione di una mentalità anche per il futuro. Di questo sono contento. Con questa mentalità la Reggina sta dominando il campionato. Gli infortunati? Stanno recuperando senza intoppi. Un conto però è quando il giocatore è pronto per allenarsi, un altro quando lo è per giocare".

Antonino Lo Re

Leggi altre notizie:CATANIA Serie C Girone C