Catania, Raffaele: "Buona squadra, ma mancano 4-5 innesti" - I AM CALCIO CATANIA

Catania, Raffaele: "Buona squadra, ma mancano 4-5 innesti"

Giuseppe Raffaele
Giuseppe Raffaele
CataniaSerie C

L'allenatore del Catania, Giuseppe Raffaele, ha parlato prima del match contro la Paganese, in sala stampa. Ecco quanto evidenziato dal sito ufficiale: "Sta nascendo una buona squadra, è importante che sia sempre equilibrata, che si aiuti e che abbia fame. D'accordo con la società, credo che questa sia un'ottima squadra e che, completata con 4-5 elementi anche per una questione quantitativa e non solo qualitativa, può dare grandi soddisfazioni. Pinto è squalificato e alle prese con i postumi di una distorsione al ginocchio, speriamo di recuperarlo presto; Curcio non si è allenato a causa di un problema alla schiena e pertanto non è disponibile. Dobbiamo creare entusiasmo all’interno ed empatia con l’esterno, a prescindere dalle condizioni del campo e dal meteo, dovremo dare l’anima e realizzare in ogni modo le condizioni per vincere la partita. Il mio obiettivo è creare una squadra forte, con principi di gioco e morali, che vada sempre alla ricerca della miglior prestazione possibile: la continuità è fondamentale. La Paganese gioca un calcio ordinato ed efficiente, sarà una gara difficile: in Serie C è sempre così. Vogliamo ottenere il massimo con una prestazione adeguata, sono fiducioso per domani e per il prosieguo. La tenuta dei giocatori è una variabile importante, vale per tutti: noi, in particolare, dobbiamo adattare qualcosa in difesa, sia dall’inizio sia durante il match. La penalizzazione ci darà ancora più rabbia per emergere, poi siamo positivi e speriamo di cancellarla grazie ai legali ma noi dobbiamo giocare per vincere, sempre e comunque, senza pensare ad altro. In campo si va con entusiasmo e gioia. Giovani o meno giovani, per me contano i meriti dei calciatori: il calcio è meritocrazia, gioca chi merita. Abbiamo lavorato molto sulle palle inattive, mercoledì potevano essere decisive per noi e sono state invece determinanti in negativo. Alibi zero e voglia di vincere, bisogna mettersi sempre un gioco: i calciatori vincenti sono quelli che non mollano mai di un centimetro, pretendo questa cultura. E un pensiero unico, il Catania".

Andrea Carlino

Leggi altre notizie:CATANIA Serie C